Quanto conta la crescita per definire il valore di un’azienda?

Premessa: La parola crescita è tipicamente riferita al margine operativo ovvero ad un indicatore che evidenzia il reddito di un’azienda basato solo sulla sua gestione operativa; quindi senza considerare interessi e imposte, oltre a deprezzamento + ammortamenti nel caso del margine lordo (MOL, in inglese EBITDA). Se però parliamo di una startup pre break-even come indicatore viene generalmente considerato il tasso di crescita dei ricavi perchè il MOL potrebbe essere negativo o comunque troppo basso perchè il suo tasso di crescita sia indicativo. 

Risposta breve: il tasso crescita è uno dei parametri più importanti per determinare il valore di una società.

Prendiamo il caso di due startup e consideriamone i ricavi*. Ipotizziamo che oggi entrambe fatturino 1 milione di euro e stimiamo che la prima possa crescere con un CAGR del 20% per i prossimi 5 anni, mentre la seconda con CAGR del 50% nello stesso intervallo. Per la prima, il valore dei ricavi al termine dell’anno 5 sarà pari a 2,5 volte quelli dell’anno zero mentre per la seconda pari a 7,6 volte. Per semplicità assumiamo che al termine dell’anno 5 le due società abbiano le stesse prospettive e che per valutarne il valore a quel punto si possa utilizzare lo stesso multiplo dei ricavi. Qualunque sia questo multiplo, la seconda società varrà oltre 3 volte la prima alla fine dell’anno 5. Se il tasso di sconto utilizzato fosse lo stesso (in teoria non dovrebbe ma nella pratica lo è), 3x rappresenterebbe il rapporto di valore tra le due società anche alla data di oggi!

Con questo semplice esempio spero di averti ricordato quanto importante sia il tasso di crescita per la determinazione del valore di un’azienda. Ovviamente non si tratta dell’unico indicatore rilevante; in post successivi ne presenterò altri.

 

* Va tenuto presente che la crescita dei ricavi è una grandezza non sempre affidabile, ad esempio quando “drogata” da una capacità di spesa frutto di enormi fund raising (in Italia questa eventualità non si pone) – vedi quelle aziende che spendono inopinatamente vagonate di soldi a costi di acquisizione insostenibili nel lungo periodo.


Cosa ha influito maggiormente sulla valutazione della tua azienda? La crescita è stato un fattore decisivo oppure no? Condividi la tua esperienza nei commenti!

 

4 thoughts on “Quanto conta la crescita per definire il valore di un’azienda?

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

w

Connecting to %s